.
Annunci online

         




6 ottobre 2007

Bambocci - Guido Mastrobuono


Qualche giorno fa, Tommaso Padoa Schioppa, ministro dell'economia e delle finanze di un sedicente governo di sinistra, ha definito “bambocci” i giovani che non riescono ad abbandonare la casa dei genitori ed andare ad abitare da soli.

Personalmente, io mi sono sentito chiamare “bamboccio”.

E' vero che ho casa, è vero che ho un lavoro a tempo indeterminato, è anche vero che sono partito per l'estero alla ricerca di un'indipendenza economica che l'Italia non mi dava.
Però è anche vero che, se i miei non mi avessero dato la gran parte del costo di casa mia, io non sarei mai riuscito a comprarmi una casa e, di conseguenza, sarei uno di quei bambocci.

Portando avanti il mio progetto, chiedo alla gente di pubblicare il suo curriculum e mi sento dire: “io non ho nulla da scriverci su quel curriculum!!!”.

Ora, trascurando il fatto che il curriculum minimo per il progetto Cicero è formato da nome, cognome, e-mail ed area di residenza, a me monta una carogna di dimensioni industriali e mi viene da rispondere “ma come fai a ritenere che tutte le cose che hai fatto nel tuo passato, e che tuttora fai, siano totalmente prive di importanza?”

Due considerazioni.
1)La mattina al bar, un barista fa un caffè. In quel momento egli è la persona più importante di un universo assonnato che dovrebbe scrivere a caratteri cubitali “sono BARISTA – faccio il migliore caffè della zona – senza il mio caffè, la mattina, metà dei viaggiatori non avrebbero le risorse per andare a lavorare e l'altra metà non ci vorrebbe andare”. (E' vero che quell'altra metà... dopo... grande voglia... ma non divaghiamo.)

2)Le persone che “non sapevano” che scrivere sono capoeristi. Ottimi capoeristi. Di per certo uno dei due studia e lavora. Il lavoro che fa è semplice. Lo studio no. Credete veramente che una persona che può scrivere “studio la cultura di altri popoli, parlo quattro lingue, ho la costanza di allenarmi dieci ore alla settimana e, grazie a ciò faccio acrobazie” oppure, meglio, “non faccio acrobazie ma ho ugualmente le palle per entrare in roda” sia roba poco?

Smetto di girarci attorno: cercano di convincerci che siamo bambocci: ma noi non lo siamo.
Loro che sputano sentenze, hanno avuto occasioni che noi ci sogniamo.
So che il signor ministro, per il mero possesso di una laurea, è stato assunto ad un livello che, a me, sarà concesso forse dopo 15 anni di lavoro. E non sono affatto convinto che, professionalmente, egli sia così meglio di me.

Però è fondamentale che non ci convincano, come provano a fare, che noi siamo la generazione di quelli che vogliono diventare tutti “calciatori e veline”.
E' fondamentale che rimaniamo ben focalizzati su quel valore assoluto del lavoro, ad ogni livello, che loro vogliono coscientemente negare.

E' fondamentale dire: “sono barista”, “porto le pizze”, “studio e so parecchie più cose di te”, “sono attore”, “sono capoerista”, “ballo”, “canto”, “scrivo racconti”, “so costruire strumenti musicali” e guardare dritto in faccia quelle vecchie mummie ingioiellate.

Incidentalmente, senza baristi, cameriere, idraulici, falegnami ed imbianchini, il Progetto Cicero mancherà il suo obiettivo.

E detto obiettivo è fondamentale perché implica l'affermazione che noi, quello che abbiamo, ce lo siamo guadagnato (e ce lo siamo guadagneremo) fino all'ultimo mentre loro se lo sono comprato facendo debiti che noi dovremo pagare e, tra l'altro, se lo tengono stretto creando condizioni di sfruttamento, monopolio e soffocamento di tutti i fuori casta.

Ma basta divagare. Scrivo per ricordare a tutti quanto valgono.
Scrivo per dire che la Capoeira mi ha fatto imparare che le rode migliori avvengono grazie alla gente che batte le mani e che questo concetto lo sto applicando anche al mio progetto.

E' per questo che continuo a ripetere alla gente che voglio che entri, che si firmi e che scriva il suo curriculum (qualunque esso sia).
Perché Cicero è stato da me creato perché io ritengo di essere un ottimo professionista che merita di più, perché ritengo che il mio romanzo meriti di essere pubblicato, perché ritengo che la bravura di alcuni nostri insegnanti venga resa nota, perché alcuni nel gruppo sono bravissimi fisoterapisti, disegnatori, scultori, attori, ricercatori, ristoratori, negozianti e, perché no, studenti, e ciò gli deve essere maggiormente riconosciuto.

Perché Cicero nasce per spezzare, con l'aiuto degli altri, quel sistema tentacolare che ci ha impedito di fare molto di più di quanto abbiamo fatto.
Forse fa poco, però quel poco si può farlo.
E sono convinto che le battaglie si perdano quando si rinuncia a combatterle e Cicero è l'unico modo che mi è venuto in mente per farlo.

Quindi scrivete nei vostri curricula ciò che avete fatto, ciò che pensate di saper fare e ciò che volete fare nel vostro futuro.
Dopo condividete questi documenti con il resto della comunità che, magari, qualcuno vi contatterà per proporvi di trasformare in realtà qualche frammento dei vostri sogni.

Guido Mastrobuono




permalink | inviato da progettocicero il 6/10/2007 alle 23:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 settembre 2007

Netlog - Guido Mastrobuono


In prima battuta, pensavo di avere risolto con Netlog il problema di identificare la risorsa esterna che avrebbe permesso agli utenti di Cicero di condividere profili non professionali e servizi di networking sociale e dating.

Netlog possiede un servizio gestione profili, di chat, messaggeria, foto e tutti quei servizi caratteristici di una pagina di dating ed amicizie on line.

La descrizione di Netlog, fatta da Wikipedia, è quella che segue.


 Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
URL http://www.netlog.com

Tipo di sito Servizio di social networking
Proprietario Incrowd
Creato da Lorenz Bogaert e Toon Coppens

Facebox (rinominato Netlog dal 24 aprile 2007) è un sito di social networking che si rivolge in particolare alla gioventù europea. A partire da Settembre 2006 oltre 12 milioni di persone si sono registrate su Netlog.com, di queste 2.2 milioni sulla versione inglese del sito. Netlog si colloca al 82esimo posto nella classifica dei siti più popolari secondo Alexa Internet.

Caratteristiche

I membri di Netlog possono creare una loro pagina web, estendere la propria rete sociale, pubblicare playlist musicali, condividere video, postare blog e unirsi a gruppi chiamati ’clan'.[3] Dal 25 aprile 2007, il servizio è stato rinominato in Netlog

Localizzazione

Netlog possiede una tecnologia di localizzazione che assicura che tutti i contenuti siano personalizzati a seconda del profilo di ogni membro. Questo permette ad ogni utente di potere effettuare ricerche personalizzate e di ottenere una visione di insieme sulla comunità, facendo in modo che siano mostrati solo i profili di quei membri provenienti da una determinata regione o che abbiano altre specifiche caratteristiche.

Io stesso avevo un profilo su Netlog e non avevo mai avuto problemi.Ho parlato con un'amica della mia intenzione di usare questo sito come piattaforma per la "vita sociale" di Cicero e lei mi ha guardato disgustata:
- Ma tu hai presente cosa succede su Netlog?
- No - rispondo io - che succede?
- Beh, ci sono decine e decine di tipi che vanno sulla quantità, quindi scrivono a tutte le ragazze e fanno loro proposte inaccettabili, quando ti rifiuti ti insultano.Se chiudi il profilo - opzione che pensavo di proporre per proteggere le ragazze di Cicero - e ne riservi la lettura ai soli amici, questi continuano a bombardarti di richieste di amicizia contenente le stesse richieste ed insulti.Per finire, Netlog ha un sistema di posta che rende difficoltoso cestinare i quintali di e-mail diquesti pervertiti.
Proponi qualsiasi cosa ma NON NETLOG!


Bene, così ho evitato di fare un errore ma sono al punto di partenza.
Come mi mancano i fasti danesi di dating.dk: un sito di incontri dalla netiquette esemplare dove le ragazze erano tenute e risponderti almeno una volta e tu, se ti mandavano a stendere, eri tenuto a non disturbarle più.
Dove le persone che mettevano un profilo volevano effettivamente incontrare altra gente.
E che funzionava tanto bene che era considerato normale che le coppie si fossero conosciute su quel sito.
 
Chissà se troveremo qualcosa di simile!

Se avete proposte fatevi sentire.

Nel mentre, riporto la descrizione fornita da Nonciclopedia: l'enciclopedia idiota.




Da Nonciclopedia, l'enciclopedia idiota.

“Il.MiO.pIaNeTa.NatAle.È.pRoPiO.fAsCiOn.!.”
- Truzzo su Netlog

“Sgrunf, sgnarl, graaaaar ,sgrinf, saaaaaaah, snort!”
- Metallaro su Netlog


Netlog è il trerto pianeta del nostro sistema solare.


Fauna
È prevalentemente popolato da Truzzi, Sedicenni Metallari, emo e morti di figa.

La fauna di questo innocuo pianeta è in continua lotta tre di loro, i truzzi muoiono sotto i pugni dei metallari, gli emo muoiono sotto i colpi della loro lamette, e i pochi sopravvissuti alle lotte diventano morti di figa.
 
Storia
Dopo anni e anni di lotte i truzzi decisero di andarsene da quel posto abitato da personaggi blutti e cattivi come i metallari, quindi presero la loro astronave e vennero qui, si propio qui, sulla Terra!
Vennero sulla terra e senza le influenze dei metallari vissero in pace (nonostante i loro strani gusti nel vestire) con gli abitanti della terra, ma un giorno (lampo in sottofondo) pure i metallari, stanchi di diventare morti di figa decisero di lasciare il loro pianeta e cercare i truzzi nell'universo.
Vagarono per anni e anni trasformando tutti i pianeti su cui attraccavano in immondezzai pieni di lattine di birra e formaggetta scaduta, poi arrivarono sulla terra e ricominciò la guerra tra i truzzi e i metallari, che tutt'oggi combattono tentando di imporre la loro supremazia sul nostro schifoso pianeta.
I morti di figa della terra non provengono dal pianeta Netlog, sono nostrani e senza OGM.
Gli emo vennero sulla terra perché si sentivano soli sul pianeta Netlog e i morti di figa scopavano qualsiasi cosa respirasse, e gli emo respiravano eccome.

Curiosità
* Sul pianeta Netlog per farsi una foto bisogna pagare 15 crediti.
* Sul pianeta Netlog non si naviga, si naufraga su internet.
* Sul pianeta Netlog gli abitanti del pianeta Terra sono alieni (ma no, non lo avrei mai creduto).
* Sul pianeta Netlog non ci sono turbamenti: quadri e foto di nudi artistici valgono il blocco dell'account
* Sul pianeta Netlog il sesso non esiste: la vita si è generata direttamente dalla Vispa Teresa
 



Guido Mastrobuono








permalink | inviato da progettocicero il 30/9/2007 alle 17:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



27 settembre 2007

Space invaders - Guido Mastrobuono


Space Invaders è un videogioco arcade del 1978 sviluppato da Toshihiro Nishikado.
È stato prodotto in origine dalla Taito, e dato in licenza per la produzione in USA alla divisione Midway Games della Belly.
Sebbene sia molto semplice per gli standard odierni, è stato uno dei progenitori dei videogiochi di oggi.
Il gioco si basa su una struttura piuttosto semplice. Il giocatore controlla un cannone mobile e deve abbattere una ad una le navicelle aliene che piano piano si avvicinano alla terra prima che esse distruggano completamente lo schermo di protezione terrestre. Ogni tanto, nella zona in alto dello schermo scorrono velocemente alcune navicelle bonus che permettono al giocatore di incrementare il suo punteggio molto più velocemente.
Versioni successive del gioco furono implementate con schemi e scenari differenti, ma rimasero intatte le regole principali del gioco.


Poche storie... stiamo parlando del padre di tutti i videogiochi... prima di lui... solo il flipper.

Nota inviata da Guido Mastrobuono




permalink | inviato da progettocicero il 27/9/2007 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



27 settembre 2007

Cosa conterrà questa sezione


L'area tematica "Cicero Incontri" è quella volutamente più ludica.
Signori.... qui ci si rilassa!!!

Per ora mi sono venute in mente due sezioni: "incontri", "blogging", "widget" e "giochi on line".

Incontri è una sezione che sarà espressamente dedicata al dating ed, appunto, agli incontri.
Permetterà agli utenti presenti su vari siti di social networking (tipo Netlog o Facebook) di riconoscersi e di creare profili più espressamente mirati al tempo libero o alla ricerca di amici.
 
Blogging è una sezione dedicata al mondo dei Blogger, parlerà di ciò che scrivono, di chi sono, dei movimenti di pensiero che, on line, stanno prendendo piede.

I widget sono piccoli software ludici che vengono resi disponibili on line. Alcuni sono molto carini, specialmente i videogiochi. Li andremo a cercare, li pubblicheremo, li commenteremo.

I giochi on line parleranno dei siti che permettono di trovare avversari per partite di scacchi, magic, poker, blackgamon e così via. Saranno presentati i siti ed, allo stesso tempo,  nel caso in cui gli utenti di Cicero preferiscano giocare con persone con un nome ed un cognome, saranno studiati i modi di riconoscersi, pubblicate directory di utenti appassionati che cercano avversari e così via. 




permalink | inviato da progettocicero il 27/9/2007 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     settembre       
 







View Progetto Cicero's profile on LinkedIn



Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom